Valicare stereotipi per parlare di condivisione

Lui è Davide Ruggerini, volontario del nostro gruppo di Unità di Strada

Nella vita, Davide lavora presso la Biblioteca Giuridica dell’Università di Bologna e racconta di aver conosciuto la nostra associazione “per la sua fama: è senz’altro una delle realtà di volontariato più importanti della città in cui vivo.

La cosa che mi piace di più del volontariato che svolgo qui, è la relazione con le persone, conoscere, ascoltare, aprire gli occhi, valicare stereotipi, uscire dal recinto della zona di comfort, mettere in discussione me stesso”.

Davide racconta che gli piacerebbe fare di più, ad esempio a sostegno del progetto Welchome di accoglienza in famiglia di minori stranieri non accompagnati (www.welchomemodena.it) “che mi sembra un esempio molto interessante di “pratica accoglienza”.

Anche se alla parola “accoglienza” – che sembra implicare una sorta di gerarchia, di piani separati – preferisco la parola “condivisione”, che mette tutti sullo stesso piano: il piano della complessità, della pluralità, della frammentazione, delle incertezze”.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER!

E resta aggiornato sulle attività di Porta Aperta


ga('send', 'pageview');