Tutto questo mi fa sentire utile e torno sempre a casa con qualcosa in più. La storia di Anna

Lei è Anna Cantelli, 66 anni e da due in pensione, ha insegnato nella scuola primaria per 42 anni e svolge attività di volontariato da noi a Porta Aperta, dandoci una preziosa mano in mensa.

di Laura Solieri
«Mi è dispiaciuto molto lasciare il mio lavoro, per questo mi sono subito informata presso vari enti per iniziare a fare qualcosa nell’ambito del volontariato – racconta Anna – L’anno scorso andavo alla Biblioteca Teodora presso il reparto di pediatria al policlinico: il mio compito era leggere e distribuire libri ai bambini ricoverati.

A causa del Covid non è al momento più possibile eseguire questa attività così ho cercato subito on line altri enti dove prestare qualche ora del mio tempo e parlando con amiche sono approdata a Porta Aperta».

Da noi, Anna svolge attività di volontariato come aiuto in cucina due volte alla settimana: «Questo impegno mi piace molto, perché mi permette di entrare in contatto con persone bisognose e di dare un aiuto anche solo con un sorriso o una parola; inoltre lavorando con altri volontari e chef si amplia il mio mondo di conoscenze e tutto questo mi fa sentire utile e torno a casa sempre con “qualcosa” in più!
Accoglienza, seconda me, è proprio questo: fare sentire bene le persone più sfortunate di noi».

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER!

E resta aggiornato sulle attività di Porta Aperta


ga('require', 'displayfeatures'); ga('send', 'pageview');